Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza sul nostro sito

user_mobilelogo

L’esperienza dei nostri consulenti spazia in numerosi ambiti

 

consulenza uni 17025

  • Prove chimiche e microbiologiche
  • Prove meccaniche distruttive e non ( i ns consulenti hanno anche i patentini e le abilitazioni necessarie)
  • Prove e misure in campo elettrico: dalle misure di compatibilità elettromagnetica (ECM) a sistemi radar e di telecomunicazioni installati e utilizzati in campo militare
  • Prove sia chimiche che fisiche sugli esplosivi
  • Prove in campo fisico e ingegneristico: vibrazioni, urti, estensimetria
  • Prove acustiche
  • Tarature di bilance e masse
  • Tarature e caratterizzazioni di camere climatiche, forni, stufe, muffole, frigoriferi, freezer, incubatori
  • Tarature di pressostati e strumenti di rilevazione della pressione, trasduttori di pressione
  • Taratura di durometri e macchine per prove di trazione
  • Taratura celle di carico
  • Tarature in ambito chimico

I nostri consulenti sono in grado di analizzare in dettaglio con ogni cliente le direttive applicabili al prodotto, gli obblighi connessi, la necessità o meno dell’intervento dell’Organismo Notificato, le responsabilità del fabbricante, la modalità migliore per ottenere la marcatura CE.  

I nostri consulenti sono in grado di supportare l’azienda in tutto il processo che porta alla marcatura CE dei prodotti realizzati o commercializzati a suo nome secondo le diverse direttive comunitarie di prodotto applicabili. 

Tale marcatura, obbligatoria per l’immissione in commercio nella comunità europea di numerose categorie di prodotti e dispositivi, prevede di affrontare con metodo rigoroso e scientifico l’approccio ai requisiti essenziali di sicurezza in modo da ottemperare a quanto richiesto delle direttive europee applicabili.

Si sottolinea come la direttiva Europea che istituisce l’obbligo per gli Stati membri di avere un solo Organismo di Accreditamento (per l’Italia è ACCREDIA), a tendere imporrà agli organismi stessi di effettuare la “sorveglianza del mercato” relativamente al rispetto delle direttive sulla marcatura CE; sulla sicurezza dei prodotti e sulle “indebite marcature”.